Fogli illustrativi e altre paure

a cura di IoVaccino, Riv, TeamVaxItalia

Breve guida alla sopravvivenza, per una scelta consapevole e realmente informata.

Cos’è il VAERS?

Il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) è un sistema di sorveglianza post-marketing che raccoglie informazioni su possibili eventi avversi (e possibili effetti collaterali) che possono manifestarsi dopo la somministrazione dei vaccini autorizzati ad essere utilizzati negli Stati Uniti. Il database è in collaborazione con il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e la Food and Drug Administration (FDA); le reazioni avverse vengono segnalate volontariamente e senza alcun controllo.

Come funziona il VAERS?

ll VAERS è un database pubblico in cui chiunque, anche senza una preparazione medica o scientifica può riportare una reazione avversa avuta dopo un vaccino, senza un qualsiasi controllo di qualità. Sul sito ufficiale è riportato che: “Le schede variano in qualità e completezza. Spesso mancano dettagli e a volte ci sono informazioni errate”. La qualità e la completezza delle informazioni contenute nei report quindi dipende molto da chi li introduce e per questo deve sempre essere vagliata e valutata da esperti. Un’altra precisazione importante è che il VAERS raccoglie tutte le reazioni avverse avvenute dopo il vaccino, indipendentemente dal fatto che sia stato valutato il nesso di causalità, quindi non necessariamente a causa del vaccino. Sul sito ufficiale, infatti, è riportato: “Quando si valutano i dati del VAERS è importante ricordare che per ogni evento riportato, non è stata fatta nessuna valutazione del rapporto causa-effetto. Nel VAERS, sono contenute le schede di tutte le possibili associazioni fra vaccini e eventi avversi (effetti collaterali possibili). Quindi, il VAERS contiene dati su ogni evento avverso dopo vaccinazione comparso per coincidenza o realmente causato da un vaccino. La singola scheda di un evento avverso inserita nel VAERS non documenta che un vaccino causi un evento.” Dunque, per essere ancora più chiari, specificano che il VAERS non giudica se il vaccino è davvero responsabile della reazione avversa inserita e non ha bisogno di alcuna prova di correlazione: si può inserire di tutto, ed in effetti si trova davvero di tutto! L’utilità dei VAERS, infatti, come di tutti i sistemi simili, è quello di valutare possibili segnali di sicurezza da approfondire con analisi più accurate. In sintesi, il VAERS non è la prova che i vaccini siano pericolosi o responsabili delle reazioni elencate o che esista alcuna correlazione causale tra di essi. Utilizzarlo quindi per dire che i vaccini causano chissà cosa è un abuso. Invece, può essere correttamente utilizzato dai ricercatori come base di partenza per avere un’idea di cosa cercare. Grazie a database simili si possono identificare precocemente potenziali problemi, ad esempio analizzando eventi avversi che si presentano più frequentemente di quanto atteso.

file:///F:/Materiale%20Vaccini/0004%20Come-leggere-fogli-illustrativi-vaccini.pdf

 

Sidebar